Contributors

L’allenamento ginnico: quando a corpo libero si supera ogni limite

02 Luglio 2015 523 0
Allenarsi a corpo libero utilizzando ogni singolo muscolo del corpo, “dalla testa ai piedi”, come mi ha raccontato Alberto Alderuccio, siciliano, ginnasta trapiantato a Milano e trainer della storica palestra Forza e Coraggio di Milano.
Ciao Alberto, per prima cosa, parlarci un po’ di te.

Ho 28 anni e faccio ginnastica da 22 anni. Ho iniziato a fare questo sport perchè mio fratello era in palestra e faceva ginnastica, io non riuscivo a star fermo e quindi i miei genitori hanno pensato bene di iscrivermi a un corso di ginnastica, non sapendo effettivamente cosa fosse. Tutt’ora la ginnastica, è un po’ un mondo sconosciuto ed è difficile trovare una palestra attrezzata per svolgere questo tipo di allenamento.

Come e quando ti sei avvicinato alla ginnastica?

Avevo circa 6 anni quando ho cominciato la preparazione per l’agonismo, facevo già tante ore di allenamento alla settimana, quasi 15, per poi passare a 8 anni a svolgere quasi 25 ore di allenamento alla settimana. Inoltre, una volta al mese si tenevano dei collegiali con allenamenti sia mattina che pomeriggio arrivando a quasi 35 ore di allenamento alla settimana.

Cosa differenzia l’allenamento ginnico da un altro tipo di allenamento?

Sicuramente la ginnastica è un tipo di allenamento particolare, vengono infatti sviluppate tutte le capacità coordinative e condizionali. A qualsiasi età, soprattutto da piccoli, capacità come resistenza, rapidità ma anche ritmo, destrezza, equilibrio. vengono applicate su qualsiasi parte di movimento e qualsiasi attrezzo, come I 6 attrezzi della ginnastica maschile. Certo, queste capacità vengono allenate anche negli altri sport però c’è una maggiore attenzione nella ginnastica.

A chi consiglieresti la ginnastica? Quali sono i benefici per il corpo?

La ginnastica la consiglierei a qualsiasi persona, sicuramente almeno come approccio iniziale: un avviamento alla ginnastica per i bambini di 5 anni infatti, è la base per qualsiasi sport.

I benefici del corpo sono molti come il maggior controllo di tutti I segmenti corporei, il fatto di non pensare di avere solo la parte anteriore del corpo, ma anche la parte posteriore. La ginnastica infatti mette in condizione di utilizzare tutto il corpo, dalla testa ai piedi.

Quali sono le basi per avvicinarsi a questo tipo di allenamento?

Per avvicinarsi a questo sport ci vuole un po’ di predisposizione genetica, bisogna essere sin da piccoli molto elastici con una buona resistenza allo sforzo e un’ottima capacità condizionale come la forza. La forza, infatti, si può allenare, ma geneticamente una persona può essere più o meno forte e questi fattori sono importanti nella ginnastica.

La ginnastica può essere un allenamento preparatorio anche per altri sport?

La ginnastica penso sia un allenamento preparatorio per tutti gli sport, consiglierei di avvicinarsi alla ginnastica, o anche solo al corpo libero, a tutti coloro che praticano qualsiasi sport: calico, basket o tennis, o anche per l’atletica che sicuramente si avvicina molto ad alcune figure dell’artistica.

Cosa consiglieresti a chi intende avvicinarsi a questo sport?

Questo sport forma il fisico di un bambino e gli dà un atteggiamento e una postura quasi ideale, vengono sviluppati tutti i muscoli stabilizzatori in maniera corretta e quasi simmetrica. Lo consiglierei a tutti, non solo bambini piccoli, ma anche persone adulte che vogliono intraprendere una parte di ginnastica acrobatica e non solo artistica.
Vota questo articolo
(0 Voti)

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

logo

Francesco Iudicelli
Phone: +39 339.5741247
Email: info@no-rep.it

Quick Links

Subscriber Now

Lorem ipsum dolor sit amet consul me omittantur an cum an ignota possitpat illum indoctum quaerendum

© 2018 NO-REP Francesco Iudicelli. All Rights Reserved.